#PausAranzulla 2: Come creare Stickers di Telegram

A grande richiesta torna #PausAranzulla, meglio conosciuta come la risposta italiana a Salvatore Aranzulla. #badumtss

(Per chi se lo fosse perso sì, c’è già stata una puntata PausAranzulla: Come creare un Bot su Telegram)

Anche questa volta resteremo nel mondo del nostro amato Telegram. Rassegnatevi: Telegram è il nuovo whatsapp è il futuro, inutile opporsi al cambiamento. E gli stickers sono una delle sue caratteristiche principali, che rendono il mondo un posto migliore  le chat simpatiche come la sabbia nel costume Telegram molto attraente anche per gli utenti casual. Ma noi siamo dei veri fighi, quindi non ci interessa solo usarli: vogliamo avere il nostro pacchetto di stickers personalizzati. “Ma non so come fare, io non ci capisco niente di quelle cose del computer! Sarà una cosa impossibile da fare”. Niente di più falso, caro il mio Billy. E ora ti spiego anche perché.

billy_actor

Stupido, stupido Billy

1. Immagini

Per prima cosa avrai bisogno di un set di immagini, quelle che poi diventeranno gli stickers veri e propri. In questo però non posso aiutarti caro il mio Billy, dovrai fregarle a qualcun altro, tanto internet è fatto apposta sticazzi del diritto d’autore noi siamo laggente procurartele da solo, e poi modificarle in modo da renderle adatte a diventare adesivi. L’ideale sarebbe avere immagini in formato .png, e con il lato lungo di massimo 512 pixels. Ovviamente potrai usare anche immagini più piccole, ma te lo sconsiglio se non vuoi perdere la funzionalità delle retine a furia di sforzarti per vedere un gattino che assomiglia a trollface sgranato stile miniatura ottomana se vuoi fare una cosa fatta per benino.

A proposito, altro consiglio: cerca di non usare immagini rettangolari. Se non sei capace o non hai voglia di scontornare il soggetto almeno falle rotonde (a mo’ di sticker vero e proprio, per l’appunto), anche se io ti consiglio la prima strada: è una rottura di coglioni senza pari è una via dispendiosa, lo so, ma il risultato finale ne gioverà. Se poi vuoi fare proprio lo sborone come ho fatto io una cosa da utente pro super skillato over9000, aggiungi anche un contorno bianco e un’ombra nera semitrasparente. Sembrano cazzate e lo sono, lo so, ma i dettagli fanno la differenza. Una volta preparato il tuo set di immagini, passiamo alla creazione del pacchetto.

Sticker - esempio

Clicca sull’immagine per ingrandire

2. Creazione Pacchetto

Apri Telegram e cerca @Stickers. Ebbene sì, anche stavolta useremo un Bot per creare qualcosa: Skynet è già qui, fattene una ragione. Una volta avviata la conversazione col comando /start, ti si aprirà davanti il menu delle funzioni. Per creare un nuovo pacchetto basterà cliccare su /newpack e scegliere un nome per il tuo pacchetto.

 

Successivamente il Bot ti chiederà di scegliere una o più emoticon da associare al primo sticker. Valuta bene quale scegliere dato che, come sai, durante una chat è molto più comodo selezionare l’emoticon e scegliere l’adesivo dal menù contestuale degli stickers correlati (il sistema consiglia di non andare oltre le due, attieniti alle regole per una volta). Dopo aver inviato la/le emoticon, basterà inviare l’immagine corrispondente e il gioco è fatto. A questo punto il Bot ti chiederà le emoticon da assegnare al prossimo sticker, l’immagine corrispondente e così via fino alla fine dei vostri giorni.

 

Una volta inviata l’ultima immagine, basterà dargli il comando /publish et voilà, pacchetto creato! Ultimo sforzo, trovare un nome univoco per il pacchetto: servirà per spammare ogni social e gruppo in cui siete con le vostre stronzate per rendere più semplice rintracciarlo nel marasma di stickers che c’è sull’internet, con un link del tipo telegram.me/adddsticker/pausastickers ammicco ammicco. Basterà cliccare sul sudetto link, aggiungere gli stickers al proprio Telegram e fine. Messa conclusa, andate in pace.

3. Modifica

“Oh no, cosa vedo: i miei stickers non sono nell’ordine che avrei voluto, e l’immagine che rappresenta il pacchetto non è quella giusta! Ho tradito il mio Paese, merito di passare il resto dei miei giorni in un centro di detenzione federale”. Ha ha ha, quanto sei sciocco Billy. Questo è Telegram, non quella merda di whatsapp, c’è sempre un modo per rimediare ai propri errori. Per riordinare uno o più stickers (e quindi decidere anche quale farà da anteprima al pacchetto completo, cioè il primo) basterà tornare nella conversazione con @Stickers e digitare il comando /ordersticker. A questo punto il Bot ti chiederà di inviargli quale sticker desideri spostare e successivamente la posizione nella quale vuoi metterlo. Per apprezzare il risultato finale, basterà aprire il riepilogo del pacchetto.
N.B. dovrai inviargli lo sticker vero e proprio, non caricare di nuovo l’immagine.

 

4. Statistiche

Bene, è passato un po’ di tempo e ancora non sei diventato miliardario grazie al tuo rivoluzionario pacchetto di stickers: come diavolo è possibile?! Semplice, con ste cagate non ci mangia manco Pavel Durov evidentemente poche persone hanno scaricato i tuoi stickers. Ci sarà mai un modo per capire quanti debosciati esseri illuminati hanno compreso il tuo genio e usano il tuo pacchetto? Claro que si e, indovina un po’, il caro vecchio @Stickers ci verrà ancora una volta in soccorso grazie al comando /packstats. Una volta digitato si aprirà un menù in basso che ti permetterà di scegliere, qualora ne avessi creato più d’uno, di quale pacchetto sei interessato a vedere le statistiche. Una volta cliccato sul nome, il Bot ti restituirà il numero di installazioni e rimozioni, sia in assoluto che negli ultimi due giorni.

Solo 30 persone, vi mega odio tutti

 

Bene, e questo è quanto. Spero che anche questa seconda puntata di PausAranzulla vi sia piaciuta, e nel caso di farmelo sapere mettendo un mi piace sui miei social e condividendo a più non posso e inviandomi un po’ di soldi che devo andare in vacanza.

Ci si annusa in giro, peace!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...